La prima domenica del mese
e sabato precedente

Un viaggio attraverso l'uomo
e la sua storia

Ieri come oggi.
l'incontro tra domanda e offerta

Un luogo magico dove trovare
se stessi

Mancano all'edizione di
sabato 6 giugno 2015

I prossimi appuntamenti

La fiera

Multimedia

La Fiera Antiquaria di Giugno

Il 2 giugno la Fiera Antiquaria di Arezzo si prepara a spegnere le sue quarantasette candeline, in occasione della consueta edizione di giugno che si svolgerà...

YouTube

Spot Fiera Antiquaria by Fotogirando

YouTube

Presentazione Fiera Antiquaria per Expo Milano 2015

Spazi Pubblicitari

In evidenza

Bando di sponsorizzazione per la Fiera Antiquaria

Il Comune di Arezzo, nell’ambito del progetto Suap e Sviluppo economico, ha indetto un bando di sponsorizzazione per la Fiera Antiquaria, che proprio quest’anno festeggia  i suoi  47 anni, relativo all’anno 2015/2016. L’iniziativa si inserisce all’interno del progetto di promozione e valorizzazione della manifestazione portato avanti negli ultimi anni, al fine di migliorarne l’immagine complessiva e di affermarne il già consolidato brand. La Fiera può vantare la presenza di ventimila visitatori per edizione e di duecentomila contatti annui, oltre che di milioni di altri potenziali contatti raggiungibili grazie all’utilizzo costante e monitorato anche dei canali web e dei social, affiancati ad una continua e variegata produzione di contenuti multimediali. Le quattro possibilità di sponsorizzazione prevedono la concessione di spazi pubblicitari e/o la realizzazione di attività inerenti la manifestazione, come materiale cartaceo, progetti, iniziative, eventi collaterali, mostre e conferenze stampa. Le varie formule previste dal bando rappresentano un’attraente occasione di visibilità per tutte le aziende e le imprese cittadine, lasciando ad esse la possibilità di scegliere il tipo... Leggi Tutto > >

Oggetto del mese

LA CARROZZINA DEI PRIMI '900

Lo sviluppo industriale e il riconoscimento del valore educativo del gioco, da parte della pedagogia ottocentesca, promossero la produzione di giocattoli in serie e oggetti per la cura dei bambini graduati secondo le età. Le fabbriche sorsero inizialmente soprattutto in Germania, in Francia e in Inghilterra, ma si trattava in genere di laboratori poco più che artigianali; la commercializzazione dei prodotti era affidata per lo più a venditori ambulanti, che frequentavano mercati o fiere patronali. Dalla metà dell’800 iniziò la produzione di oggetti destinati alla vita quotidiana dei bambini (lettini con sponde, fasciatoi, carrozzine, seggioloni, girelli, tavolini e seggioline) e questo favorì...
Area stampa Partners