Un viaggio attraverso l'uomo
e la sua storia

La prima domenica del mese
e sabato precedente

Un luogo magico dove trovare
se stessi

Ieri come oggi.
l'incontro tra domanda e offerta

Mancano all'edizione di
sabato 4 aprile 2015

I prossimi appuntamenti

La fiera

Multimedia

Il Sabato della Fiera di Aprile

Si inaugura la vigilia di Pasqua la Fiera Antiquaria di Aprile 2015. Come si sa, il primo giorno della Fiera è il migliore per fare una passeggiata...

Cartoline della Fiera

Scarica, conserva o stampa il tuo ricordo della Fiera

YouTube

Spot Fiera Antiquaria by Fotogirando

Spazi Pubblicitari

In evidenza

Pasqua in Fiera, Sabato 4 e Domenica 5 aprile 2015.

Si inaugura la vigilia di Pasqua (sabato 4) la Fiera Antiquaria di Aprile 2015. Come si sa, il primo giorno della Fiera è il migliore per fare una passeggiata tra i numerosi banchi ricchi di oggetti di ogni tipo, dai mobili ai gioielli, dai libri antichi ai pezzi da collezione, tra le vie del centro e la meravigliosa cornice di Piazza Grande Da questo sabato e per tutti i sabati successivi dell’anno, sarà anche possibile visitare (sempre su prenotazione) la terrazza in cima alla torre del Palazzo dei Priori, sede del Comune di Arezzo in Piazza della Libertà 1, con il suo panorama mozzafiato sulla città. Per informazioni: www.benvenutiadarezzo.it Dopo il pranzo di Pasqua quest’anno l’appuntamento è per le strade di Arezzo animate dai banchi della Fiera. La 563° edizione della Fiera Antiquaria, infatti, si svolgerà in concomitanza con la domenica di Pasqua (domenica 5 aprile 2015) e, come da tradizione, le vie del centro cittadino ospiteranno espositori di antiquariato e modernariato, ma anche vintage e artigianato, in un potpourrì di colori e antiche sensazioni. Dopo aver fatto un giro per le vie della città sarà l’occasione per scoprire Arezzo e i suoi tesori. Come ogni prima domenica del... Leggi Tutto > >

Oggetto del mese

"Le Petit Theatre"

I Diorami, scene di diverso genere riprodotte in scala ridotta a tre dimensioni, nacquero e divennero molto popolari nel 700 come mezzo di intrattenimento. Martin Engelbrecht, famoso incisore operante in Austria sotto il regno degli Asburgo, creò diversi diorami teatrali in miniatura costituiti da 5-8 scenari di carta che, disposti l'uno dietro l'atro, creavano un effetto illusionistico. Ma fu in Francia, in un lasso di tempo brevissimo a cavallo del secolo, tra il 1890 e il 1920, che i diorami, le "Petit theatre", entrarono nelle case dei nobili francesi e nelle botteghe dei commercianti più agiati. Le scene rappresentate in queste graziose miniature erano di vario genere, ma i temi più frequenti erano momenti di vita quotidiana con riferimenti all'educazione...
Area stampa Partners