Un viaggio attraverso l'uomo
e la sua storia

Un luogo magico dove trovare
se stessi

Ieri come oggi.
l'incontro tra domanda e offerta

La prima domenica del mese
e sabato precedente

I prossimi appuntamenti

La fiera

Multimedia

Il Sabato della Fiera di Febbraio

Cartoline della Fiera

Scarica, conserva o stampa il tuo ricordo della Fiera

YouTube

Spot Fiera Antiquaria by Fotogirando

Spazi Pubblicitari

In evidenza

“Pantera”: l’ultimo libro dello scrittore Stefano Benni e dell’illustratore Luca Ralli, la presentazione sabato 31 gennaio a Casa Bruschi.

“Pantera”, questo il titolo dell’ultima fatica letteraria di Stefano Benni e Luca Ralli, edita da Feltrinelli, che verrà presentata ufficialmente ad Arezzo sabato 31 gennaio. Alle ore 17,30, il celebre scrittore italiano e il suo collega illustratore saranno ospitati alla Casa Museo di Ivan Bruschi, in Corso Italia, dove incontreranno la cittadinanza e tutti gli appassionati di letteratura. Un’iniziativa creata dalla libreria Feltrinelli di Arezzo che vede la collaborazione della Fondazione Ivan Bruschi, amministrata da Banca Etruria, e il contributo tecnico di SOS Cabaret. Stefano Benni, bolognese, classe ’46, con Feltrinelli ha già pubblicato, tra gli altri: "Comici spaventati guerrieri", "Il bar sotto il mare", "La compagnia dei celestini", "Bar Sport", "Elianto", "La grammatica di Dio", "Margherita dolcevita", "Achille piè veloce" e "Saltatempo". Questi i libri che hanno reso Benni uno degli scrittori più amati dai lettori italiani, per la sua capacità di descrivere con un linguaggio unico la nostra società con tutte le sue nevrosi. Continua con “Pantera” la fortunata collaborazione con l’illustratore... Leggi Tutto > >

Oggetto del mese

ARMATURA DECORATA DELL'800

Nell'architettura dell'Ottocento si impone la tendenza neoclassica, che era già presente nella seconda metà del Settecento. In concomitanza con il diffondersi della sensibilità romantica e il conseguente interesse per lo storicismo, ben presto si manifestano tendenze architettoniche che propongono il recupero di "stili" di epoche precedenti, in particolare il medioevo, presunta culla delle identità nazionali. Risale a questo periodo l'usanaza di adornare le case nobiliari con armature decorative, che evocavano appunto le armature da guerra del medioevo. Un chiaro esempio di questa pratica ci si palesa davanti agli occhi camminando tra i banchi della nostra Fiera di Gennaio, imponente per la grandezza, ricercata nei decori.
Area stampa Partners